“Dove sei?”: è stato questo interrogativo il filo conduttore degli esercizi spirituali rivolti ai giovani, che si sono svolti da venerdì 24 a domenica 26 novembre nella pace e nel silenzio della Casa Alpina “monsignor Luigi Paulini” di Cimolais, la culla delle attività dell’Azione Cattolica. Eravamo una trentina circa, ritrovati a pregare, leggere, riflettere e meditare con il Signore, guidati da don Maurizio Girolami, biblista e parroco di Corva, assieme al nostro assistente don Luca, a don Davide e a suor Grazia, sempre pronti ad ascoltare, consigliare e anche a dare qualche parola di conforto. A caratterizzare le meditazioni è stato il silenzio, linea guida degli esercizi, dove abbiamo potuto meditare, riflettere e ascoltare la voce dello Spirito Santo.

I primi capitoli della Genesi, quelli riguardanti la Creazione e poi il peccato di Adamo ed Eva ci hanno guidati nel primo giorno, mentre nel secondo abbiamo meditato il Vangelo dell’Annunciazione dell’angelo Gabriele a Maria. Non è stato sempre facile mantenere il silenzio, rimanere concentrati in preghiera, ma ognuno di noi ha colto seriamente questa proposta, mettendosi in gioco, pregando e leggendo, cogliendo questo momento di grazia nella quale siamo stati per due giorni isolati dal mondo come occasione per dialogare col Signore. Ognuno di noi è uscito dagli esercizi spirituali diverso da come era entrato, perché l’esperienza è forte, pur nella sua semplicità e noi che l'abbiamo provata la consigliamo a tutti.

Un ringraziamento va a don Maurizio, che con competenza e la giusta dose di ironia ci ha guidati in quest’avventura, aiutando specialmente chi l’affrontava per la prima volta. Un grazie anche a don Luca e suor Grazia, che sono stati assieme a noi condividendo il silenzio e i sorrisi. Grazie anche a don Davide, salito a Cimolais per stare un pomeriggio assieme. Infine, un inchino lo dobbiamo anche a dei cuochi meravigliosi che ci hanno davvero deliziato e coccolato.