Cari giovanissimi e giovani,
siamo lieti di invitarvi alla prossima edizione della Festa Diocesana che si terrà

SABATO 9 SETTEMBRE 2017
a Chions

Vi diamo alcune informazioni…

Cari aderenti dell’Azione Cattolica di Concordia-Pordenone,
vi ringrazio per il tempo, che mi dedicherete leggendo queste righe. Spero che capiate il mio desiderio di scrivervi non una “comunicazione formale”, ma una “lettera aperta” (per dubbi o risposte, in caso sapete come contattarmi privatamente per informazioni e condivisioni)… e spero anche che nessuno me ne voglia, se in questo testo mi indirizzerò di più ai giovani, educatori e non.

Dopo otto anni con voi, è arrivato per me il momento di lasciare il passo a qualcun altro come assistente di AC. Come forse avrete letto o sentito, il Vescovo Giuseppe mi ha chiesto di prestare un nuovo servizio, come sacerdote “fidei donum” della Chiesa di Concordia-Pordenone presso la Chiesa di Nampula, in Mozambico. Si tratta di lavorare in equipe con un altro sacerdote diocesano, don Lorenzo Barro (che già lì opera) e alcune suore. Questo tipo di “ruolo” mi richiederà non solo di esser co-responsabile di una parrocchia, Cipene, di circa 130 comunità e grande come il Friuli; ma mi è richiesto anche di creare relazioni e collaborazioni tra noi e quel mondo, amato da Dio e redento da Lui. Come immaginerete, per questa nuova avventura dovrò pure “tornare a scuola”: un percorso di formazione per chi si reca per la prima volta in terre africane e, ovviamente, un tempo per imparare il portoghese. Per me si tratterà anche di imparare nuovi modi di essere prete: mi si delineerà un volto più “essenziale” di vivere il presbiterato, pur sempre nel servizio della formazione ecclesiale e laicale. Ovviamente e di conseguenza, il tipo di impegno e la distanza chilometrica mi faranno concludere il mio servizio nei vostri confronti.

Sono seduta nel mio posto sul treno del rientro, un rientro che è molto più significativo di tutte le altre volte. Con la conclusione della XVI Assemblea nazionale dell'Azione Cattolica, alla quale ho partecipato con altri membri della presidenza diocesana, si dà inizio ad un nuovo triennio, ricco di progetti, obiettivi, proposte per fare l'Ac sempre più bella, più vicina alle persone, più futuro e presente allo stesso tempo!

“Contagìati di gioia e contàgiati di gioia”, questa era la frase protagonista dell’incontro Stop & Go dello scorso 27 gennaio che si è svolto nell’oratorio di Chions.

Ritornano i consueti appuntamenti di formazione dell’Azione Cattolica: gli Stop & Go

#BELLASTORIA

Se però vi state chiedendo cosa sono di preciso questi Stop & Go, ora ve lo spieghiamo noi!

Cari giovani di Azione cattolica diocesana,
vi informiamo di una proposta di cammino per tutte le coppie di fidanzati.
Alcuni giovani della diocesi hanno espresso il bisogno di incontrarsi insieme, per confrontarsi, condividere, pregare, progettare,...il percorso bello del fidanzamento!

Il 18 novembre, circa trenta giovani della nostra diocesi si sono ritrovati in Casa Alpina per dedicare del tempo al Signore e a sé stessi negli esercizi spirituali.
Quest'anno non c'è stato un relatore.. Per la prima volta, infatti, è stata scelta una relatrice: suor Betty (accompagnata dall'immancabile suor Grazia). Una sorella orsolina della diocesi di Mantova. E che bomba ragazzi! Con la sua umiltà, simpatia, con la tenerezza tipica della donna, è riuscita a darci spunti di riflessione che hanno colto nel segno portandoci a vivere, nella genuinità, un tempo che porteremo sicuramente nel cuore.